Alfa Romeo Alfetta caratteristiche e anticipazioni dell'ammiraglia di Alfa Romeo

Alfa Romeo Alfetta caratteristiche e anticipazioni dell'ammiraglia di Alfa Romeo [FOTO]

199
Alfa Romeo Alfetta caratteristiche anticipazioni

Il 2017 sarà un anno fondamentale per Alfa Romeo che deve consolidare le vendite per iniziare a lavorare ai nuovi modelli che da oggi al 2020 verranno lanciati sul mercato; tra le novità in arrivo ci sarà anche Alfa Romeo Alfetta, la futura ammiraglia del marchio di Arese che potrebbe essere presentata al grande pubblico entro la fine dell’anno per essere messa in vendita nel 2018. Al momento non si conosce molto sulle caratteristiche del futuro modello del Biscione e le anticipazioni che sono trapelate da Fiat Chrysler sono frammentarie e non permettono di dare una descrizione completa di quella che potrebbe essere una delle vetture più importanti per Alfa Romeo.

CLICCA QUI PER LE ULTIME NEWS DAL MONDO DI ALFA ROMEO

Alfa Romeo Alfetta caratteristiche

In attesa di informazioni e immagini ufficiali, vi proponiamo di seguito un rendering realizzato da Laco Design, che spesso lavora sui nuovi modelli di Alfa Romeo, immaginando come questi potrebbero presentarsi; in questo caso, nel rendering realizzato da Laco Design, si nota come il family feeling sia dominate, con Alfa Romeo Alfetta che riprendere le caratteristiche di Alfa Romeo Giulia, anche se il muso pare leggermente più schiacciato e abbassato. Manca in questo caso la presa d’aria inserita sopra la ruota anteriore, con l’inserto aerodinamico della fiancata che termina in un posteriore leggermente più corto rispetto a Giulia. Manca anche il doppio scarico sportivo anche se possiamo ipotizzare che anche Alfa Romeo Alfetta avrà la sua versione più aggressiva.

Alfa Romeo Alfetta

Ma in definitiva, cosa sappiamo esattamente della nuova Alfa Romeo Alfetta? Il nuovo modello del Biscione potrebbe essere prodotto nello stabilimento di Mirafiori, dove è stata costruita la MiTo e Levante, il SUV di Maserati. Per quanto riguarda le motorizzazioni, potrebbero esserci due versioni simili alla Giulia, con un quattro cilindri da 2.0 litri TBI a benzina e un Diesel da 2.2 litri. Possibile infine che vi sarà anche una versione Alfa Romeo Alfetta Quadrifoglio; l’idea del marchio di Arese è quella di sbarcare nel segmento E, dove le tedesche dominano incontrastate da molto tempo.

Foto credits: Laco Design