Auto ibride in commercio: le migliori del 2018

Auto ibride in commercio: le migliori del 2018

7343
Auto ibride in commercio
Auto Ibride in commercio

Auto ibride in commercio: tanti vantaggi

Anche gli italiani scelgono l’ibrido: trend in crescita nel Belpaese. Le auto ibride in commercio sono sempre più affidabili, con prestazioni ottime e prezzi convenienti. Non solo.  Alcune di loro presentano vantaggi economici e logistici a lungo termine: possono circolare nelle zone a traffico limitato, possono essere parcheggiate gratuitamente negli stalli blu e i loro proprietari hanno agevolazioni fiscali, come l’esenzione dal pagamento del bollo per alcuni anni. Per tali motivi, sempre più persone scelgono questa tipologia di mezzo considerato da molti il compromesso perfetto tra le auto a combustione interna e le elettriche cosiddette ‘pure’. Dal momento che la diffusione delle auto ibride sta prendendo piede anche nei cataloghi delle principali case automobilistiche, cerchiamo di capire quali sono i modelli migliori e più apprezzati di questo 2018 in Italia, tra quelli attualmente in commercio.

Auto ibride in commercio: sono tutte uguali?

La risposta è no, ci sono diversi tipi di auto ibride in commercio, ognuna con caratteristiche proprie. Le ibride tradizionali sono dette full hybrid o a ibridazione piena e sono dotate di un motore elettrico che, insieme a una piccola batteria, aiuta il motore termico ( benzina o diesel ) a ridurre i consumi. Tale tipologia migliora prestazioni del mezzo, ma garantisce un numero ridotto di chilometri in modalità esclusivamente elettrica, cioè a emissioni zero. La seconda tipologia è detta mild hybrid o a ibridazione leggera e adotta il classico motore termico e un motore elettrico di modesta o ridotta potenza, che funge da generatore per alleggerire il lavoro del motore a scoppio e recuperare energia. In questo modo, i consumi si abbassano senza che peso e costo aumentino troppo. Le ibride ricaricabili, infine, dette plug-in hybrid, presentano, accanto al motore termico, un propulsore a zero emissioni in grado di sostenere la vettura da solo per svariati chilometri. La batteria delle plug-in hybrid deve essere ricaricata mediante una fonte di energia esterna.  

Auto ibride in commercio: quale scegliere  

Le auto ibride attualmente in commercio sono davvero tante e coprono tutti i segmenti del mercato automobilistico. Per scegliere quella più adatta alle nostre esigenze, possiamo innanzitutto riflettere sull’uso che ne faremo. Le auto ibride, come quelle elettriche, sono molto più efficienti proprio dove quelle a combustione faticano: frenate, ripartenze, accelerazioni e decelerazioni. Per questo motivo, l’ambiente ideale per l’ibrida è quello cittadino, trafficato, e il suo acquisto è consigliato a chi solitamente compie percorsi medio-brevi. Essendo più pesante, infatti, in autostrada e sulle lunghe percorrenze la batteria si scarica in poco tempo. Passando ai modelli specifici del 2018, l’ibrida con il miglior rapporto qualità prezzo è la Suzuki Ignis: la più piccola ed economica sul mercato. La Yaris Hybrid del marchio Toyota, uno dei pionieri delle tecnologie ibride ed elettriche, è dotata di sistema full hybrid e, sebbene non consenta la ricarica delle batterie, si presta bene al traffico cittadino. Tra le berline di lusso abbiamo la BMW 740e, che mantiene prestazioni e fascino tipiche di questa tipologia di auto, aggiungendo l’attenzione verso l’ambiente. Unico ostacolo: il prezzo da capogiro. Infine, è doveroso citare la storica Golf della Volkswagen, modello GTE, che diventa ibrida con differenze minime nell’aspetto e nulle nella potenza rispetto all’originale.