Fiat Chrysler Dieselgate scandalo emissioni, dati auto Fiat mancati: possibile coinvolgimento

Fiat Chrysler Dieselgate scandalo emissioni, dati auto Fiat mancati: possibile coinvolgimento

131
Fiat Chrysler Dieselgate

Si profila un riacutizzarsi dello scandalo Dieselgate e questa volta ad essere coinvolte potrebbero essere anche le vetture prodotte da Fiat Chrysler; secondo quanto sostenuto questa mattina da Il Fatto Quotidiano e da altre testate, il rapporto del Ministero dei Trasporti sulle emissioni auto, prodotto in seguito allo scandalo che aveva coinvolto Volkswagen, conterebbe diverse lacune. Dunque si profilerebbe un coinvolgimento di Fiat nello scandalo emissioni scoppiato nel 2015.

Le analisi sostenute sui diesel in Italia non sarebbero complete e queste mancanze, sempre secondo le ipotesi portate avanti nell’articolo, sarebbero dovute ad un tentativo di copertura nei confronti di FCA; proprio a questo proposito, il viceministro dei Trasporti Riccardo Nencini è stato ascoltato questa mattina in un’audizione davanti alla Emission Measurements in the Automotive Sector (Emis), la commissione d’inchiesta del Parlamento europeo appositamente istituita dopo il Dieselgate di alcuni mesi fa.

Se le ipotesi si rivelassero fondate, un vero e proprio terremoto colpirebbe il comparto dell’automobile italiano, con Fiat Chrysler che potrebbe finire in ginocchio alla luce di una situazione economica che secondo alcuni già inizierebbe a destare alcune preoccupazioni. A rincarare la dose arrivano anche le accuse dall’Authority Usa che mette nel mirino alcuni veicoli Fiat Chrysler venduti oltre oceano, come ad esempio Grand Cherokee e i Dodge Ram.